martedì 10 gennaio 2012

Dolce & Gabbana: proteste davanti allo store di Hong Kong


Le mille e più persone che vedete nel video, davanti allo store di Dolce & Gabbana nella strada commerciale Canton Road a Hong Kong, non erano lì per i saldi. La folla è accorsa davanti alle vetrine del negozio per protestare contro il brand italiano e lo ha fatto a seguito di un passaparola mediatico. La causa della protesta sarebbe stato il divieto imposto da parte uno degli addetti alla sicurezza di far foto a un passante, fuori dallo store. Ora. Che possa esserci il divieto di fotografare la merce all’interno del negozio è legittima e comprensibile, ma che sussista su suolo pubblico, al di fuori di un’attività commerciale, beh, è surreale. Soprattutto se il divieto non è imposto ai turisti stranieri e agli stessi visitatori cinesi.
Un divieto esclusivo per gli hong kongers, dunque. Che si sono radunati in massa in seguito all’appello lanciato su facebook dal protagonista della vicenda; la protesta da virtuale è passata ben presto a manifestazione vera e propria, in cui si è gridato al razzismo contro gli abitanti della città e dove è dovuta intervenire la polizia. La risposta di Dolce & Gabbana? Tramite l’ufficio stampa fa sapere che non ha preso parte ad alcuna azione volta ad offendere il pubblico di Hong Kong. Giustificazione che non è sufficiente per gli indignati hong kongers, i quali fanno sapere sempre tramite la pagina facebook che si aspettano delle scuse ufficiali.
http://www.fashionblog.it/post/15193/dolce-gabbana-proteste-davanti-allo-store-di-hong-kong

Nessun commento:

Posta un commento